I numeri delle meningiti batteriche

Meningite da pneumococco

In Italia i dati più recenti mostrano una diminuzione dei casi tra i bambini di età minore di 5 anni, grazie all’aumento della copertura vaccinale, mentre si nota un incremento dei casi tra la popolazione adulta e di età maggiore di 64 anni.

meningite da Pneumococco

Numero di casi di meningite da pneumococco verificatisi in Italia nel corso degli ultimi 7 anni (2007-2013*)

Grazie alla diffusione della vaccinazione, il numero di casi tra i bambini e i giovani è notevolmente diminuito negli ultimi anni

 

FONTE: Ist. Superiore di Sanità
*I dati relativi al 2013 sono parziali

 

Meningite da meningococco

Il meningococco è la principale causa di meningite e di setticemia grave nei bambini e nei giovani adulti, in particolare nei Paesi ad alto reddito.

In Italia, nel corso degli ultimi 7 anni (2007-2013) si sono contati quasi 1000 casi, il 30% dei quali in bambini di età inferiore ai 4 anni.

Numero di casi di meningite da meningococco verificatisi in Italia nel corso degli ultimi 7 anni (2007-2013*)

numeri_image_2

Il 30% dei casi di meningite da meningococco si verifica tra i neonati e i bambini sotto i 4 anni

 

FONTE: Ist. Superiore di Sanità
*I dati relativi al 2013 sono parziali

 

 

 

 

Il 59% dei casi di meningite da meningococco verificatisi in Italia nel corso degli ultimi 7 anni è di tipo B e nei bambini di età inferiore a 1 anno i casi di meningite di tipo B hanno raggiunto l’80,5%.
Le forme A, C, W 135 e Y, infatti, sono notevolmente diminuite nel corso degli ultimi anni grazie all’utilizzo dei vaccini specifici, e il maggior numero di infezioni, sia nella popolazione generale sia tra i bambini e gli adolescenti, è oggi causato dal meningococco di tipo B.
In particolare, in Italia è di largo uso un vaccino pediatrico contro il meningococco C e sono disponibili due vaccini contro le forme A, C, Y, W 135 per adulti e bambini di età pari o superiore a 1 anni.

Distribuzione delle diverse forme di meningite da meningococco tipizzate verificatesi in Italia nel corso degli ultimi 7 anni (2007-2013*)

diffusione_image_2

FONTE: Ist. Superiore di Sanità
*I dati relativi al 2013 sono parziali

Da sottolineare, infine, che in Italia, il 6,6% della popolazione è portatore sano del meningococco e in quasi la metà dei casi si tratta del meningococco di tipo B.

 

 

Meningite da emofilo di tipo b

Il numero dei casi è limitato e sostanzialmente stabile.
In Italia nel 2011 l’incidenza delle infezioni da emofilo è stata dello 0,7 su 100 mila abitanti, con 43 casi rilevati.
Tali dati sono in accordo con quanto riportato in tutti i Paesi europei in cui è in uso la vaccinazione dell’infanzia con vaccini coniugati contro l’emofilo di tipo b.

Numero di casi di meningite da emofilo verificatisi in Italia nel corso degli ultimi 7 anni (2007-2013*)

Grazie alla diffusione della vaccinazione il numero di casi è limitato e stabile, soprattutto tra i bambini e i giovani
numeri_image_3

 

FONTE: Ist. Superiore di Sanità
*I dati relativi al 2013 sono parziali

 

Fonti

http://www.epicentro.iss.it/problemi/meningiti/EpidItalia.asp
– Dati di sorveglianza delle malattie batteriche invasive aggiornati al 10 aprile 2013 (versione 10/04/2013). Scaricato da http://www.simi.iss.it/files/Report_MBI.pdf
– Health technology assessment della vaccinazione contro meningococco B 2013; 2(13). Scaricato da http://www.ijph.it/articolo_hta_scelto.php?id_articolo=1144&id_rivista=90

Contatti

F.I.M.P
Federazione Italiana Medici Pediatri
Progetto B-Free

Via Parigi 11 scala A int. 105
00185 - ROMA
Tel. 06 44202575
Fax: 06 62204732
www.fimp.pro

Seguici

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinShare on Google+
Pin It