Le modalità di trasmissione delle meningiti batteriche

La meningite batterica si trasmette attraverso il contatto con la saliva, le secrezioni nasali o le secrezioni respiratorie.
Perché il contagio avvenga è comunque necessario essere a contatto prolungato con la persona infetta o essere stati a contatto diretto con le secrezioni orali del paziente.

In particolare, il contagio può avvenire in seguito a:

  • un bacio
  • tosse e starnuti
  • la condivisione di bicchieri o oggetti personali, quali spazzolino da denti, rossetto o sigarette

Solitamente il periodo di incubazione varia dai 2 ai 10 giorni e la malattia è contagiosa soltanto durante la fase acuta dei sintomi e nei giorni immediatamente precedenti la loro comparsa.

Per le persone che sono state a contatto diretto con un soggetto colpito da meningite da meningococco o emofilo di tipo b è necessaria una terapia antibiotica preventiva, mentre nel caso di contatto con soggetti ammalati di meningite da pneumococco non è necessario alcun antibiotico.

Non sempre la presenza del batterio a livello di naso e gola porta allo sviluppo della meningite; si parla in questo caso di “portatori sani”, che nella maggior parte dei casi non si ammalano, ma che rappresentano una importante fonte di contagio per la popolazione.

Contatti

F.I.M.P
Federazione Italiana Medici Pediatri
Progetto B-Free

Via Parigi 11 scala A int. 105
00185 - ROMA
Tel. 06 44202575
Fax: 06 62204732
www.fimp.pro

Seguici

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinShare on Google+
Pin It