Morbillo: in Italia copertura vaccinale troppo bassa

Nel corso degli ultimi anni in Italia si è assistito a un calo della vaccinazione contro il morbillo, che ha raggiunto il valore più basso dagli ultimi 10 anni. Come è noto, l’eliminazione del morbillo non è semplice poiché si tratta di una malattia molto contagiosa e per interrompere la trasmissione sono necessarie coperture vaccinali molto elevate.

In Italia, tuttavia, la copertura vaccinale contro il morbillo è molto inferiore rispetto all’obiettivo minimo richiesto (90% di copertura vaccinale per la prima dose e meno dell’85% per la seconda dose, rispetto all’obiettivo del 95%) e dall’inizio del 2014 sono stati registrati ben 1.620 casi di morbillo.
Questo andamento preoccupa l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), che ha fissato per il 2015 la data ultima per eliminare questa malattia dall’Europa.
L’importanza di un’elevata copertura vaccinale per un’efficace protezione dalla malattia viene chiaramente mostrata da una simulazione dell’andamento del contagio in diverse comunità di bambini in età scolare, che si differenziano in base al tasso di copertura vaccinale contro il morbillo (puntini gialli, bambini non vaccinati, puntini azzurri, bambini vaccinati), in seguito a 5 occasioni di contagio, visualizzabile a questo link.
Quando una persona infetta (puntino rosso) entra in contatto con la comunità, la malattia si diffonde rapidamente tra tutti i bambini non vaccinati e solo nella comunità dove il tasso di individui vaccinati è molto alto, la malattia viene sconfitta.

Contatti

F.I.M.P
Federazione Italiana Medici Pediatri
Progetto B-Free

Via Parigi 11 scala A int. 105
00185 - ROMA
Tel. 06 44202575
Fax: 06 62204732
www.fimp.pro

Seguici

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinShare on Google+
Pin It